Lo so, lo so, pensare a un elenco di thriller da regalare a Natale potrebbe sembrare un controsenso. Lo so, il Natale è il periodo in cui si estrinseca tutta la dose limitata di buoni sentimenti che abbiamo a disposizione La mia però è così limitata che temo di averla finita ancora a dicembre scorso. E così non vedo l’ora di immergermi in storie di manipolazione psicologica con qualche cadavere qua e là (non troppo sangue, però, perché quello mi innervosisce!) e ti dirò di più: sono sicura che tanti, sotto sotto, siano esattamente come me: carine le lucine, le renne, le voci angeliche e via dicendo, ma alcune persone hanno bisogno di una valvola di sfogo quando sono assalite da troppa positività, specie quando le giornate sono sempre più corte e il freddo sempre più soffocante (vuoi mettere stare sotto le coperte in compagnia di un simpatico libro?). Come sai se mi segui su Instagram, di thriller ne avrei un po’ per tutti i gusti: per evitare di trasformare questo post in una noce mostruosa, però, mi limito a nominare solo sei thriller da regalare: se cerchi qualche altra recensione, però, non esitare a venirmi a trovare sul feed di ig, dove recensisco tutto quello che leggo. Ma ora cominciamo alla grande con i thriller da regalare a Natale!

thriller da regalare

Il thriller accattivante per tua mamma

La candidata perfetta, di Greer Hendricks & Sarah Pekkanen edito da Piemme. Questo è stato uno dei libri più coinvolgenti che ho letto quest’anno: è fortemente incentrato sulla componente psicologica, perché tutto parte da una ragazza in bolletta, Jessica, che accetta di partecipare a un test psicologico in cui dovrà solo rispondere sinceramente ad alcune domande personali. L’anonimato è garantito, e la paga è buona, quindi perché non provare? Peccato che la carismatica dottoressa Shields sta nascondendo un sacco di cose, che coinvolgeranno non solo Jessica, ma anche altri personaggi, ritirando in ballo una morte precedente archiviata come suicidio. Ma quando Jessica trova il legame tra la vittima, la dottoressa e il marito di lei e viene a sua volta coinvolta nel menage, le cose cominciano a farsi inquietanti e lei non capisce più di chi può fidarsi.

Il thriller da regalare alla cugina adolescente e femminista

L’amica sconosciuta, di Amy Gentry edito da Garzanti. Le adolescenti, si sa, sono generalmente sarcoironiche, in particolare ai pranzi di famiglia. Meglio tagliare la testa al toro e regalare un romanzo in cui la protagonista ha un tono di voce analogo, così magari leggono qualche riga di straforo e si danno una calmata. All’inizio il libro fatica un po’ ad arrivare al punto, impegnato com’è a dare un saggio della sagace ironia della protagonista (non a caso, un’attrice comica), ma poi prende il ritmo del classico thriller, con l’amica che ti mette nei guai e si rivela una pericolosa psicopatica. Il punto è che nemmeno la protagonista Dana è molto in bolla, probabilmente a causa di una violenza che ha subito anni prima. L’amica sconosciuta, infatti, non è un semplice thriller, ma cerca di affrontare con toni più leggeri argomenti attuali come la discriminazione sessuale sul lavoro e la violenza contro le donne.

Il thriller perfetto per l’amica in difficoltà

Arance rosse di Harriet Tyce edito da Mondadori. Rimaniamo nell’ambito della violenza di genere, ma non posso dire di più o rischio di spoilerare. Ho letto Arance rosse in meno di quattro giorni, la trama e soprattutto la protagonista sono creati in modo davvero magistrale. Alison è una madre irresponsabile, e lo sa. Pur avendo un marito perfetto e un figlio che adora, beve troppo ed è dedita a pratiche extraconiugali piuttosto estreme. All’inizio non sta simpatica, ed è proprio questo che ti fa andare avanti nella lettura. Perché il libro è scritto molto bene, quindi non capisci #percheccavolo l’autrice abbia scelto una protagonista con cui è impossibile empatizzare. Poi però qualcuno comincia a minacciare anonimamente Alison, e il lettore scopre anche che non sempre i protagonisti dei libri sanno valutare bene la realtà che li circonda e soprattutto che spesso non sono nemmeno in grado di valutare se stessi.

Il thriller da regalare al tuo amico/fidanzato

La casa delle voci di Donato Carrisi, edito da Longanesi. Si dice che i thriller psicologici siano più adatti alle donne. Magari è vero, ma se volete avvicinare un uomo a questo genere letterario questo è il romanzo perfetto: non solo l’autore è un uomo, ma lo è anche il protagonista. Il dottor Pietro Gerber è uno psicologo specializzato in ipnosi, che deve recuperare i ricordi di una ex-bambina, Hanna. Durante l’infanzia lei ha assistito a un omicidio, e forse la colpevole è proprio lei. Di fatto la sua non era stata un’infanzia canonica: i suoi genitori la facevano vagare senza meta da un luogo all’altro, le davano un nome diverso a ogni trasferimento, le impedivano di parlare con gli estranei e di dire loro il suo vero nome, che forse lei nemmeno ricorda, la facevano nuotare in un fiume ghiacciato e come se non bastasse… la chiudevano in una bara. Eppure, almeno secondo lei, la amavano molto. Il problema è che a un certo punto Gerber comincia a sentirsi minacciato da questa figura inafferrabile che sembra volersi infiltrare nella sua famiglia.

Il thriller perfetto per tua suocera

La fidanzata edito da Tea in edizione economica
Questo è stato uno dei miei libri preferiti l’anno scorso. La storia è un classicone: lui, lei e la madre di lui. Una madre maniaca del controllo e iper protettiva, che all’inizio cerca di fraternizzare con la fidanzata del figlio invitandola addirittura nella loro villa di Saint Tropez, ma che poi si convince che Cherry abbia qualcosa da nascondere. In breve la convivenza si trasforma in una guerra tra le due donne, per un uomo che non si rende conto della piega che sta prendendo la situazione. La scrittura è avvincente, e si punta all’ultima pagina per scoprire chi delle due è più stro**a. Ah, non regalatelo alla suocera. Ero in versione Grinch e volevo rovinarvi il Natale, ma mi sono appena sentita molto in colpa!

Il thriller da regalare alla nemica giurata

La vacanza ideale di Claire Douglas edito da Nord
Un’altra guerra si combatte in questo libro, ma non ti posso svelare i dettagli o spoilero. Posso dirti, però, che se lo impacchetti e lo lasci sulla scrivania di quella collega che non ti va né su né giù… Recepirà il messaggio! Da quando ha salvato uno dei suoi alunni e la sua foto è finita su tutti i giornali, Libby vuole solo staccare da tutto, e prendersi un momento di pausa con il marito. Per questo non riesce a credere alla fortuna che ha avuto quando un uomo le propone di scambiarsi la casa per qualche giorno: mentre l’uomo sta a Bath, lei e il marito potranno godersi una seconda luna di miele in Cornovaglia. Peccato che poi, quando torna a casa, cominciano ad accadere strani incidenti, e che l’uomo della casa in Cornovaglia sembri sparito nel nulla…

Hai già letto qualcuno di questi libri? Li hai trovati inquietanti anche tu? Secondo me dopo le smancerie del pranzo di Natale sono la lettura migliore. Ad Halloween magari ti parlerò di 50 sfumature di tutti i colori!

Ah, se vuoi scoprire quando pubblicherò un altro post sui libri consigliati, iscriviti alla newsletter bradipa! Non ti deluderò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment