È ormai arrivata la primavera, e come accade da anni a questa parte a me viene voglia di creare outfit in stile parigino (oltre che di dormire 10 ore: a primavera la mia pressione va in picchiata!). Non so esattamente per quale complicato giro mentale mi ritrovo in questa situazione, visto che il mio stile è quanto di più distante c’è dalla moda parigina (a meno che non includiamo Emily in Paris, che però diciamo che non c’entra molto: lei è americana dentro!). Di solito mi metto il rossetto fucsia, maglie in colori vivaci, almeno tre colori a botta… Ma a primavera no, ho quelle due tre settimane in cui mi sento in dovere di sfoggiare righe e blazer in colori neutri, e allora ho pensato che potrebbe essere utile anche a voi scoprire quali sono gli abiti da indossare per portare un tocco di Francia nel nostro guardaroba.

I colori dello stile parigino

Partiamo con i colori: come per tutte le altre componenti dello stile francese, serve sobrietà: i colori principali sono il blu marinaio e il bianco, ma è benvenuto anche il beige tenue o il rosa carne e qualche tocco di rosso. Anche il nero non va malissimo, ma se puoi preferisci il blu: potrai usare il nero in tutti gli altri periodi dell’anno, a primavera la moda ci suggerisce di provare con qualcosa di più allegro!

I vestiti imprescindibili per avere uno stile parigino

Partiamo anche qui con la parola d’ordine “semplicità: pantaloni a sigaretta, gonne a ruota, blazer senza fronzoli, magliette a tinta unita o al massimo a righe e ovviamente il trench: esatto, ti sto descrivendo un guardaroba capsula! Il mio armadio mi sta già fissando con sguardo di rimprovero, ma suvvia, parliamo solo di qualche settimana l’anno! Scherzi a parte, lo stile francese è famoso proprio per quell’elaborata semplicità da “mi sono messa la prima cosa che ho trovato nell’armadio” quando ci hai invece passato le ore, perché blu scuro e blu navy non possono andare insieme, e di maglie a righe ne hai 10!

Gli accessori per uno stile parigino

Anche qui, ormai lo avrai già capito, la parola d’ordine è semplicità. Un punto luce al collo (al massimo massimo una collana di perle), orecchini discreti, magari un cerchietto per capelli. Una borsa in cuoio, magari quella da postino, o anche niente, se sei solo uscita di casa per andare a fare la spesa (sai che io sono allergica ai contanti, non uso portafogli e venero Satispay!).
La cintura va bene in colori neutri, e più fina è, meglio è!

Il trucco per sembrare francese inside

Ecco, qui veniamo al punto dolente. Non sono una fan del makeup no makeup, quindi io in questi casi non rinuncio al rossetto rosso. Però sugli occhi mi limito a una riga quasi invisibile di matita e a una quantità incredibilmente esigua (per i miei standard) di mascara. Tu probabilmente potrai mettere il mascara come al solito, perché io non faccio testo. Niente altri orpelli, un po’ di correttore se la situa è disperata e sei pronta per uscire. Almeno in questo risparmiamo tempo (quello che abbiamo sprecato tentando di abbinare due diversi tipi di blu!).
In ogni caso, se hai già trovato il tuo rossetto nude ti consiglio di usare quello: se non si fosse capito, meno colori hai in faccia più ti avvicini allo stile parigino.

Ti si addice lo stile francese?

Se c’è una cosa che io non posso dirti è come vestirti, anche perché, come avrai capito, salvo qualche capo lo stile francese non risuona benissimo anche con me. È chiaro che se di solito indossi minigonna e chiodo in pelle e cominci a metterti il trench e la maglietta a righe solo perché è primavera non risulterai credibile. Per quanto riguarda invece la mera estetica, lo stile francese dona a tutte (se hai un fisico a forma di pera invece che mettere i pantaloni a sigaretta preferirai quelli a zampa e via dicendo: è tutto molto adattabile).

Fatta questa premessa dimmi: metterai mano all’armadio per recuperare i capi adatti a uno stile francese? O andrai direttamente a fare shopping? O, ancora, non te ne frega niente dello stile francese e la primavera non ti fa scattare tutta ‘sta sarabanda come a me? Raccontamelo nei commenti!

Ah, da poco ho attivato la sezione Freebie: iscriviti alla newsletter per avere l’accesso e se ti va seguimi sul mio nuovo profilo bradimalista su Instagram o su quello classico di Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment