Ecco, un altro motivo per cui non posso fare la blogger seria sono i regali di Natale. Su tutti i blog “seri”, quelli che hanno milioni di seguaci, è pieno di consigli sui regali da fare. Se devo essere sincera, non ho mai trovato qualcosa di soddisfacente, ma questo solo perché io ho dei potenti complessi di inferiorità nei confronti dei regali di Natale. Oggi, 18 dicembre, io ho comprato due regali, e la materia prima per altri due. Destinati tra l’altro a persone che quasi certamente non vedrò prima del 25. Perché oltre ai complessi che mi perseguitano non so nemmeno stabilire delle priorità.

E dire che erano mesi che meditavo su cosa regalare. Con scarso successo. In pratica ho preso il materiale di imballo a inizio novembre. Per dire che io ci provo anche, ma sono nataliziamente incapace.

Nonostante questo, visto che chi sa fare fa e chi non sa fare insegna, vorrei dare qualche consiglio ai bradipi che non sanno cosa regalare alla loro bradipa, mamma-bradipa, sorella-bradipa, amante-bradipa.
Fatene quello che volete. Ma giuro che sono collaudati. Tramite i discorsi di moltissime amiche/colleghe.

1. In genere le donne suggeriscono. Ma voi, vuoi per dezerbinarvi, vuoi che siete distratti, non cogliete. Nel primo caso, padronissimi. Ma poi non lamentatevi che non sapete cosa regalare. Nel secondo caso, sappiate che ogni commento su oggetti e vestiti durante lo shopping natalizio NON è casuale. Basta drizzare un pochino le antenne.
2. Checché se ne dica, i gioielli vanno sempre bene. Tranne per il 2% della popolazione femminile, le femministe impenitenti per cui ogni complimento è una molestia. Ma di solito sono single, e il parentame le evita. E più il gioiello sbrilluccica, più sarà apprezzato.
3. Lo spinoso argomento peluche. Avete il 50% di possibilità di sbagliare. Nel dubbio, lasciate perdere, che se la bradipa è come me lo squarterà in un luogo romantico il giorno di San Valentino. Mica contro di voi, eh, contro il peluche stesso.


4. Gatti. Allora, io trovo che un gatto sia il regalo di Natale più bello del mondo. Purtroppo però non avete il 100% di possibilità di successo come nel caso dei gioielli. Prima di regalare un gattino è bene essere sicurissimi issimi che la persona in questione abbia la possibilità e soprattutto la volontà di prendersene cura. Lasciate perdere le campagne “Non regalate gatti a Natale, i gatti non sono oggetti”. Perché, le giornate in Spa (altro regalo potenzialmente azzeccato) sono oggetti?? Però bisogna comunque fare attenzione. Il mio ex voleva un gattino, ma non sapeva se ai suoi coinquilini andava bene, e non era tipo da chiedere. Ho chiesto io. Ed è stato contentissimo. E il mio ex aveva componenti spiccatamente femminili.

cuccioli
5. Un book. Se avete una sorella esibizionista (ma ora vanno di moda anche i milf’s book) un servizio fotografico sarà particolarmente apprezzato. Idem, dalla fidanzata, ma lì evitate se tendete alla gelosia.
6. Se siete miliardari vi do tre parole: Prada. Chanel. Luis Vuitton (a me quest’ultimo non piace, ma devo essere l’unica al mondo, penso, solo perché ho un potente odio per il marrone). Lì però, se è la vostra ragazza, rischiate che vi faccia una proposta di matrimonio. Uomo avvisato.

Avviso i bradipi che stanno storcendo il naso pensando “La mia mamma/fidanzata/sorella non è così materialista”, che sbagliano. Semplicemente hanno a che fare con sagaci mentitrici, che io francamente ammiro. Le altre, più o meno intensamente, bramano il trilogy, la Chanel e, forse, il gattino.

Penso che uno dei prossimo post riguarderà i peggiori regali che ho ricevuto. Sperando che il mio ex non abbia mai scoperto il mio blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment