Disturbi muscolari, una cosa che in pochi ammetterebbero di avere. Ma io sono bradipa, e quindi pienamente giustificata se non sono agile e scattante come uno stambecco. Quindi, tra i disturbi primaverili, annovero anche queste fastidiose manifestazioni.
Per farvi un esempio, oggi ho dovuto fare delle corse invereconde tra ufficio e casa, e oltre a forti capogiri (di cui parlerò in uno dei prossimi post) ho avuto anche questi problemini. Ma cosa intendo quando parlo di “disturbi muscolari”?

Semplicemente, quelli che prendono voi comuni mortali non bradipi quando fate troppa palestra. Facciamo qualche esempio.

  • Ho i secondi contati per salire sul tram, così spicco una corsa (parliamo di 20 m in totale). Questo sforzo miserrimo mi fa sentire male ai muscoli come se avessi scalato l’Everest in pausa pranzo, e se butta male mi vengono anche i crampi
  • Quello che io chiamo “sindrome dell’esorcismo”. In pratica, soprattutto la sera, mi vengono spasmi muscolari per cui perdo il controllo di un muscolo alla volta. Di solito mi succede all’occhio, visto che per lavoro affatico molto la vista, ma un paio di volte ho avuto questo problema anche alle dita e alle braccia
  • Crampi. Questi sono i peggiori. Da adolescente mi venivano ai piedi, e capitava che mi dovessi togliere la scarpa per appoggiare bene a terra la pianta del piede, altrimenti non mi passavano. Ora mi succede alle dita, quando scrivo troppo velocemente al pc
  • Cervicalgia con giramenti di testa e spaesamento (per fortuna di solito senza nausea)

Come risolvo il problema dei disturbi muscolari?
Prima di rispondervi, faccio la solita premessa-disclaimer: prima di seguire i miei consigli sentite il medico, per capire se la cura può funzionare anche per voi e soprattutto se i vostri disturbi muscolari non nascondono qualche problema più serio (facendo le dovute corna).

Detto ciò, la prima cosa che faccio è drogarmi di centrifughe alla frutta. A parte che sono tra le cose più buone che io abbia assaggiato, ma sento proprio che mi fanno bene ai muscoli! Non fanno miracoli, per carità, ma migliorano la situazione. Quando non basta, ricorro alla chimica, con gli integratori di magnesio e/o potassio.

disturbi muscolari
Purtroppo trovare gli integratori più adatti è stata un’impresa, perché la maggior parte confermava la massima di Tacito “I rimedi sono peggiori dei mali”: se è vero che miglioravano i malesseri che avevo, mi facevano anche venire un mal di pancia pazzesco. Poi ho scoperto il Mag orosolubile (NB: non è un contenuto sponsorizzato), che è comodissimo perché lo puoi ingurgitare al bisogno e senza acqua. Attenzione a non confonderlo col Mag2: non c’è la versione orosolubile, e comunque a me dà fastidio alla pancia (sto ancora cercando di smaltire una confezione comprata per errore!).

L’unico difetto di questo metodo è che non puoi sapere quando dovrai inseguire un tram, in questa deliziosa Savana urbana che è diventata la mia vita, quindi è difficile doparsi in anticipo. Ma si fa quel che si può.

Anche voi soffrite di disturbi muscolari a primavera? Avete per caso risolto in modo diverso? Raccontatemi le vostre esperienze qui o sul profilo
Instagram e non dimenticate di iscrivervi iscrivervi alla newsletter che vi avviserà ogni volta che esce un nuovo post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment