Corre voce che oggi io debba fare il bilancio del 2014. Devo proprio? Sì?
Vabbè. Questo è l’anno che per me è cominciato peggio in tutta la storia del mondo. Anche peggio dell’anno prima, che è partito con un’influenza intestinale che non se ne voleva andare al punto che hanno cominciato a chiedermi se ero incinta. Solo che il 2013 è subito migliorato, ed è stato un anno bellissimo (ho fatto una foto con Montella!), mentre il 2014 è proseguito su e giù per reparti di neurologia di due città diverse con dei pazzi che non capivi se erano pazienti o medici. No, scherzi a parte, ho avuto la fortuna di trovare dei medici davvero umani, e da quello che mi raccontano non è cosa da poco.
Il picco di disperazione l’ho toccato tra luglio e agosto. Poi mi sono ripresa. Ma non mi sono ripresa per merito mio, ma degli amici che mi sono rimasti accanto, Marco e Giovanni in primis.
E piano piano le cose sono migliorate.

Oggi mi sono svegliata col mio gattaccio che mi ha graffiato sulla fronte e alcuni sms poco comprensivi. Spero sia il colpo di coda del 2014 e non i primi vagiti del 2015.

PS: Se volete sapere i miei propositi per l’anno nuovo, sono gli stessi dell’anno scorso. E sospetto che saranno gli stessi del 2016. Ma se avete suggerimenti, sono qui ad ascoltarvi!

Buon Capodanno, Bradipini miei!

capodanno-clipper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment