La sedia della discordia

Come avrete capito, l’Umana mi sta abbastanza simpatica. Certo, a volte è un po’ invadente, tipo quando mi vuole coccolare mentre io sto facendo cose importanti, come stabilire se un certo angolo di pavimento è comodo come sembra. Però devo dire che fa dei grattini eccezionali, ed è brava ad aprire le scatolette. Per questo sono contento di ospitarla nella mia casa, e devo dire che d’inverno è meglio di un termosifone.
Però ci sono dei periodi in cui davvero esagera.

Shopping cum mathre: ecco il bottino

Ok, avrete capito che io non sarò mai una fashion blogger. Uno dei motivi è che faccio il lavoro della mia vita, e come succede nel 90% dei casi, esso non è ben remunerato. Raramente riesco a mettere da parte qualcosa a fine mese, quindi lo shopping non è un mio vizio. Per fortuna, però, ho una madre che durante i saldi diventa munifica, e non sarei una degna figlia, se non ne approfittassi!

Come rovinare una storia d’amore già scritta nel tuo cervello

Insomma, arrivo in libreria e mi dirigo verso quello che da lì diventò il mio ultimo pensiero prima di andare a dormire. Non bello, vado spesso da Feltrinelli e non lo avevo mai notato. Gli consegno la lettera di vettura e gli esplico la situazione. Cerco di essere simpatica, perché mi rendo conto che il negozio in generale e lui in particolare non avevano nessuna responsabilità. Sennonché, sorpresona sgradita, loro hanno solo il libro uguale a quello che avevano mandato a me.libreria-colorata