Ci sono delle volte che penso di non essere capace di comunicare con gli umani (il che, tra l’altro, spiegherebbe i pochi like sulla mia pagina facebook). Altre volte, la maggior parte a dire il vero, penso che gli umani non ci arrivino proprio. Per esempio, l’altro giorno avevo postato sulla pagina una foto simile a questaIMG_6314ringraziando l’Umana per avermi portato questa confortevole cuccia nuova (io sono un po’ pigro e non me la sarei mai comprata da solo).
L’Umana aveva chiesto se qualcuno poteva darle una mano a montare la mia cuccia nuova in cambio di sofficini, che sono dei croccantini riusciti male.
Bene. Guardate qui.

Ho imparato a fare gli screenshot. Io bravo!)

(Ho imparato a fare gli screenshot. Io bravo!)

Il secondo commento (facebook infatti li mette tutti in disordine, cattivo!).
Allora, non vorrei essere scambiato per un ingrato, anche perchè questo signore ha capito che io sono più importante dell’Umana e che vado compiaciuto per il solo piacere di avere l’onore di compiacermi. Però mi sa che non ha capito un po’ di cose sulla felinità, e sento in giro che capita a molti umani. Per questo ho pensato di chiarire una serie di punti, in modo chiaro e sintentico e una volta per tutte.

1. La casa in cui vive il gatto è del gatto, e di nessun altro
2. Il gatto cede in gestione all’Umana di riferimento alcuni oggetti che non gli interessano
3. In qualsiasi momento il gatto può rivendicare come suoi questi oggetti
4. In particolare, tutto ciò che si trova sul pavimento è del gatto
5. Il gatto è liberale, quindi lascia all’Umana molta libertà, ma le azioni di lei non devono comunque interferire con le sue
6. La libertà dell’Umana finisce dove comincia quella del gatto. La libertà del gatto, ovviamente, non finisce.
7. L’Umana è tenuta ad aprire tutte le scatolette che il gatto desidera, a pulirgli la lettiera e a fornirgli un comodo giaciglio (fosse anche composto dalla sua persona)
8. A volte capita che il gatto provi una sensazione come di rispetto per l’Umano che lo spinge, per esempio, a fare le fusa anche quando non ha fame. L’Umano non deve approfittarne.
9. Il gatto deve approvare chiunque venga introdotto dall’Umana in casa sua (sua del gatto, vedi punto 1)
10. L’Umana è proprietà del gatto, che generosamente le lascia molta libertà. Ma chiunque voglia disporne deve chiedere il permesso al gatto, che considererà attentamente l’eventualità di cederla in comodato d’uso per limitati periodi di tempo. E’ comunque importante tenere presente che nessuno potrà rendere felice l’Umana come il gatto, perchè lei è onorata di poterlo servire.

Bene, mi pare di essere stato abbastanza chiaro. Se però avete ancora dei dubbi commentate: se non avrò cose più importanti da fare provvederò a fornirvi una risposta.

4 Comments

  1. HAHAHAAHA mi sento chiamato in causa 😀
    be il primo punto l’avevo capito da come si può leggere tra le righe del primo commento!!!
    i punti dal 2 al 9 ora me li fisso bene in testa!!!
    il punto 10 è quello che mi piace di più ….Prandy posso invitare ad uscire la tua umana??? 😀 è sottinteso che ti porto qualche scatoletta eh 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment