Oggi volevo continuare la serie iniziata con il post di H&M e che prende in esame la merce che si trova nelle varie catene, con un occhio alla collezione corrente.

Anche con Benetton ho un rapporto di amore/odio (forse ce l’ho con tutti i negozi, visto che non essendo una fashion blogger considero lo shopping croce e delizia del mio tempo libero). Ammetto che, in generale, io compro pochissimo da Benetton.
BenettonLo faccio per tre motivi principali: il primo sono le luci. Lo so che tutti i negozi hanno delle luci sparlaflashose sia nei camerini che nel negozio vero e proprio, ma trovo che da Benetton la situazione sia esasperante, e mi è capitato più volte di prendere vestiti di un colore acceso che alla luce naturale appariva invece un po’ smortino. Ma del resto basta saperlo e prendere provvedimenti, abbassando mentalmente la saturazione del colore, che tanto con Instagram siamo abituati.
L’altro motivo, per me molto grave, è la musica. Lo so, sono particolare io, ma l’anno scorso ho scoperto che c’è una causa neurologica molto precisa per questo mio problema, e mi sono messa l’anima in pace: quando ascolto musica troppo “battuta” e allo stesso tempo troppo ripetitiva (io la chiamo “musica da spiraline”, è quella che mettono in alcuni, ma per fortuna non troppi, lounge bar) divento molto nervosa e comincio a odiare tutto, vestiti compresi (immaginate la versione mora di Glenn Close in Attrazione fatale che fa shopping in un negozio di conigli).

Ultimo, ma non meno importante, motivo è che trovo il rapporto qualità prezzo molto svantaggioso. Ci sono vestiti molto carini, per carità. Ma sono di poliestere. Se devo comprare un bel vestito in poliestere vado da H&M, dove costano meno. Idem per le cose di cotone, che sono il pezzo forte di Benetton.
Vi faccio un rapido esempio: qui trovate questo maglione (solo 2% in cotone, 62% viscosa e 36% poliammide) a 39.95 euro. Se non avete un buon deodorante, dopo un giorno è già da buttare in lavatrice. Se avete un buon deodorante, lo potete mettere anche la sera, poi è comunque da buttare in lavatrice. Qui invece trovate un analogo di H&M (poliestere 55% viscosa 45%) a 9.99 euro.H&MCerto, quello di Benetton è leggermente migliore come composizione, ma per me non vale di sicuro 29.96 euro in più (manco fosse tutto di cotone! C’è solo quel 2% che fa tanta poesia). Naturalmente ognuno può decidere come crede, ma io da Benetton compro sempre e solo durante i saldi (se vi interessa come ho superato gli altri due problemi scrivetemelo qui o su fb, perché ce l’ho fatta!)

Eppure, nonostante le mie premesse non siano incoraggianti, devo dire che con questa la collezione primavera/estate si sono veramente superati. Siete curiose di sapere quali sono i miei pezzi preferiti? Oggi pomeriggio uscirà un altro post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment