Come sa chi mi segue da gennaio, sono un’accumulatrice pentita: negli anni mi sono comprata tantissimi vestiti, le aziende me ne hanno mandati molti altri, e il mio armadio era sull’orlo del collasso. Per questo motivo ho cominciato un’operazione che potremmo chiamare detox, vendendo e regalando tutto ciò che non si adattava alla mia fisicità e soprattutto ai miei colori (per scoprire quali fossero, ho anche chiesto una consulenza!). Come si può immaginare, non è stata né semplice né rapida e, a dirla tutta, non è nemmeno conclusa: purtroppo possiedo ancora abiti che non metto (ma che vorrei tanto indossare, solo che non ho occasione di farlo, perdinci!).

Adesso, come accade sempre due volte l’anno, una minaccia si delinea all’orizzonte: quella dei saldi estivi!
I saldi sono per i bradimalisti ciò che una roulette è per gli accaniti ludopati in via di guarigione. Perché se rinunciare a un abito in poliestere da 500 euro è facilissimo, diventa molto più complicato quando quello stesso vestito comincia a costarne 80.

Minimalismo nell’armadio anche durante i saldi

Il minimalismo è muscolare: bisogna allenarsi costantemente, resistere alla tentazione bradipa di splattarsi sul divano in estasi da Netflix e mantenere la guardia alzata quando ci sono i saldi.
Ci sono alcuni trucchetti che semplificano di molto il lavoro, e te ne parlo in questo video (non dimenticare di mettere il like al mio canale!)

 

In particolare, volevo mettere l’accento sul concetto di wishlist: il minimalismo nell’armadio è più alla nostra portata se sappiamo perfettamente cos’abbiamo (prenditi una settimana per fare le foto a tutto il tuo guardaroba!) e di cosa invece abbiamo bisogno. Poi durante i saldi dai una chance solo a quello che è già nella tua wishlist.

Grazie a questo escamotage devo dire che ai saldi invernali me la sono cavata molto bene

Un’altra cosa che puoi fare

Se però non dovesse bastare, c’è sempre il metodo Piccola Fiammiferaia: per tamponare i danni, esci senza soldi e senza carte di credito. Se sei bradipa come me e ritieni che l’oggetto del desiderio valga la fatica di tornare a casa, prendere i soldi e tornare in negozio, vuol dire che merita di essere comprato. Ovviamente l’efficacia di questo metodo è direttamente proporzionale alla lontananza del luogo dove è ubicato l’oggetto da comprare rispetto a casa tua!

E tu come te la cavi con minimalismo e organizzazione? Se ti viene facile, condividi le tue dritte! Altrimenti non disperare, perché fino a poco tempo fa ero esattamente come te! In ogni caso iscriviti alla newsletter se vuoi ricevere mie notizie e gli aggiornamenti del blog, e seguimi sul mio nuovo profilo bradimalista su Instagram!

2 Comments

  1. Sto iniziando ad avvicinarmi a questa filosofia e credo che presto ti seguirò a ruota. Basta vestiti che non indossiamo, colori che non ci stanno per niente e confusione nell’armadio…solo pochi ma buoni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment