17 febbraio, festa nazionale del gatto. Ecco perché festeggiarci

Non tutti lo sanno, ma oggi, 17 febbraio, è la festa nazionale del gatto. Sono molto contento che nel 1990 qualcuno si sia accorto che siamo meglio dei cagnacci, che le fusa in inspirazione ed espirazione non le fanno nemmeno i cugini ghepardi (e nemmeno le tigri e i leoni, solo noi!) e che meritiamo di essere festeggiati e viziati (ma questo non solo il 17 febbraio eh!).

cat-1045782_640
A questo punto ritengo doveroso spiegare a quegli Umani che non riconoscono la nostra grandezza perché è meglio che aggiornino le loro opinioni e comincino ad adorarci come meritiamo, e alla svelta. Ecco a voi quindi

I cinque motivi per cui i gatti sono meglio degli Umani

Intervista a Capomicio di Progetto Kitten

Sono tornato. Non è stato un bel periodo, perché come sapete ho dovuto far fronte al crudele Umano Invasore. Alla fine ho capito che per vincere la competizione con lui dovevo entrare più in sintonia con l’Umana, e così ho fatto. Sono partito dal suo lavoro, una cosa che la prende molto. Ho voluto provare a vedere cosa si prova, e ho quindi deciso di cimentarmi anche io in un’intervista. Naturalmente sono partito dai vertici, al punto che mi sono stufato, perché dopo questa intervista potrei solo scendere in picchiata. Non credo che ne farò altre. Ma questa è destinata ad entrare negli annali. Perché io ho intervistato CapoMicio, la mente che sta dietro Progetto Kitten. Se non sapete cos’è Progetto Kitten, googlatelo. Oppure, siccome sono buono, vi lascio anche un articolo di Wired dove lo spiegano. In sintesi: CapoMicio è al comando di un movimento pacifico che inonda di pucciosità le bacheche Facebook delle persone che si arrabbiano troppo (“pucciosity is the way”, no ruspes please).

Wired ne ha parlato, però CapoMicio l’ho intervistato solo io. Siete curiosi? Volete sapere cosa mi ha risposto? Leggete oltre! Io posso solo dirvi che da questa intervista ho imparato che il rapporto con la mia Umana deve fare un ulteriore upgrade, altrimenti non potrò puntare all’eterna gloria che mi merito.

10597313_306625762850015_1353536151_n

Cari Umani, attenti a voi!

Si stava preparando qualcosa, lo sapevo bene. Gli umani credono che noi non capiamo quello che dicono, ma non sanno che la maggior parte delle volte siamo semplicemente disinteressati, presi a ragionare su cose molto più importanti. Però poi c’è sempre quel particolare che ti fa rizzare le vibrisse perché capisci che è qualcosa che ti riguarda da vicino, e che è meglio che tu sappia, e a quel punto è un guaio, perché ti perdi i primi pezzi del discorso e fai fatica a riprendere il filo. Ma ora vi spiego.
DSC_0095